I RISULTATI

Questa è Emma, una ex paziente sei mesi dopo l'intervento chirurgico

Ne siamo così fieri

L’esperienza del Dottor Guichet su oltre 750 allungamenti femorali, tibiali e 300 allungamenti estetici per mezzo dei Chiodi Albizzia® e Guichet® permette di assicurare un’ottima riuscita. I risultati dipendono molto dalla motivazione psicologica del paziente e dalla sua determinazione. Il dolore varia da un paziente ad un altro, ma è sicuramente influenzato dalla volontà di riuscire nel progetto. I pazienti riprendono il training il giorno dopo l’operazione. I dolori e una sensazione di rigidità (anche quando viene ripresa la piena mobilità) sono abbastanza frequenti: diminuisce a partire dalla fine dell’ allungamento e poi scompare a poco a poco, a completa ossificazione, e viene poi dimenticato. Sono necessarie almeno due operazioni per un allungamento bilaterale. Una per inserire i chiodi, una seconda per rimuoverli. Occasionalmente in ragione di avvenimenti non prevedibili o a causa di diagnosi che lo richiedano espressamente dipendentemente dalla valutazione clinica del singolo paziente.

L’aumento medio di circa 300 allungamenti cosmetici è stato di 67 mm. In casi di nanismo, si guadagna fino a 22 cm sul femore.
Il guadagno ottenuto con il programma del Dottor Guichet (e il suo specifico know how e protocollo) è molto più veloce rispetto all’utilizzo di altre tecniche: 43-50 mm in un mese e 70-75 mm in 2 mesi.

Valutazione

Allungamento estetico bifemorale

L'allungamento ha certamente portato la mia vita a un livello completamente nuovo. Non potrò mai spiegare abbastanza quanto sono felice per la decisione che ho preso. La qualità della mia vita è migliorata notevolmente: ora sono una persona più positiva e ottimista. Sono molto più sicuro di me stesso e sono anche più produttivo e disciplinato di prima dell'allungamento. Ora sono pienamente consapevole che i sogni che la stragrande maggioranza della gente ritiene impossibili possono avverarsi e che le cose incredibili possono accadere con la motivazione, la dedizione e il lavoro.

leggi tutto

Il 31 maggio 2018 verso le 9 della mattina entravo trasportato su un lettino nella sala operatoria in cui il Dottor Guichet avrebbe inserito uno dei suoi chiodi nel mio femore sinistro. Seduto su quel lettino in attesa dell’anestesia tremavo come una foglia, tutti quei pensieri che avevo tenuto nascosti nella mia mente nei sei mesi precedenti grazie alle intense sessioni di allenamento pre-operatorio stavano tornando a galla, poi dopo qualche minuto il vuoto.

Riprendo conoscenza nella mia stanza impegnato ad alzare ripetutamente la gamba sinistra tesa con il dottore che conta le mie ripetizioni dicendo  “50 ripetizioni ad un’ora dall’intervento chirurgico” la prima cosa che penso è “Ok, è lì e si muove ancora!” la gamba ovviamente, non il dottore, tutto era andato bene.

I ricordi dei primi giorni sono piuttosto frammentati per via dei postumi dell’anestesia e gli antidolorifici, ma ricordo di essermi sentito di nuovo a pezzi, come 15 anni fa quando ebbi quel fatidico incidente in moto in cui persi 4.5 cm di femore per via di una frattura scomposta ed esposta, ogni minimo movimento sembrava complicato, mi sentivo un bradipo, ma potermi alzare dal letto, fare la cyclette, camminare con le stampelle già poche ore dopo l’intervento in maniera abbastanza autonoma mi hanno dato il coraggio e la forza di iniziare a reagire!

Il chiodo del Dottor Guichet ha un meccanismo interno che gli permette di estendersi effettuando un particolare movimento di rotazione della gamba chiamato “click” per via del suono che produce, 15 click corrispondono ad 1 mm di allungamento, avevo davanti a me più di 600 click da effettuare, il dottore mi ha mostrato come effettuarli e mi ha fornito un file con la pianificazione giornaliera da seguire.

Dimesso dalla clinica ho iniziato a frequentare la palestra in cui, seguiti da un personal trainer del team, facevamo ogni giorno gli esercizi di riabilitazione, gli stessi esercizi che avremmo dovuto ripetere altre centinaia di volte anche a casa.

Le prime settimane sono state molto provanti, il dolore, gli esercizi da fare, le visite, muovermi in una città che non conoscevo, mezzi di trasporto, ecc.. tutto era difficile. Poi i giorni passavano, i dolori diminuivano e in men che non si dica la nuova routine aveva preso il sopravvento.

La mia vita in questo mese è stata talmente ruotinaria da farmi sentire in una specie di programma televisivo: sveglia, colazione, click, esercizi, spuntino, palestra, pranzo, riposino, click, esercizi, spuntino, palestra, spuntino, esercizi, cena, esercizi, click, letto sette giorni su sette.

Mentre le settimane passavano vedevo le mie gambe allinearsi sempre di più e quando tolsi l’ultimo pezzo di suola dalla scarpa per la prima volta dopo 15 anni ebbi una sensazione di libertà indescrivibile.

Dopo un mese dall’intervento ho recuperato tutti i 450 mm che mi mancavano, inizio a sgambettare senza stampelle, pian piano sto recuperando le forze e finalmente posso ricominciare a vivere in equilibrio con me stesso!

È stata dura? Certamente!

Lo rifarei? Sì!

La sua storia su Youtube

Before and after results
Post-operative training

A 22 anni ho avuto un incidente d’auto in Romania. Mi sono fratturata l’arto inferiore destro, sono rimasta in ospedale per 5 mesi e ho subito 13 operazioni chirurgiche. Mi hanno detto che non sarei più riuscita a camminare nuovamente. Mi é stato anche detto che sarebbe stato più facile accettare l’amputazione dell’arto. Ho scelto di non rinunciare, di continuare ad andare avanti e di assumere tutte le conseguenze della mia decisione.

Mi hanno quindi inserito un fissatore esterno e sono rimasta sulla sedia a rotelle per alcuni mesi, dopo é stato sostituito con due placche interne e 21 viti. Mi hanno detto che avrei dovuto utilizzare le stampelle per il resto della mia vita.

Ma ero troppo giovane, e non potevo accettare un’intera vita con le stampelle. Così ho cominciato a cercare altre possibilità.

Il mio medico mi ha suggerito di andare all’estero per trovare altre opzioni, avendo lui fatto per me tutto quanto nelle sue possibilità.

Sono andata a incontrare chirurghi in Romania, Inghilterra, in Francia e in Italia. A Milano sono stata in visita dal Dottor Guichet che mi ha proposto di cambiare le placche con un chiodo.

Pochi mesi dopo ho avuto un malore e rotto le placche. Tutti i chirurghi mi proponevano di sostituirli con altre placche, ma non potevano garantire che non si sarebbero rotte nuovamente. L’unica soluzione a lungo termine per me era un Chiodo, e ho compreso che l’unico chirurgo che avrebbe potuto farlo nelle mie condizioni era il Dottor Guichet.

Sono tornata quindi da lui e gli ho comunicato la mia decisione di inserire un Chiodo, e così abbiamo fatto.

Dopo l’operazione sono rimasta in ospedale per tre giorni, esperienza non paragonabile con i precedenti interventi che mi hanno costretta al ricovero per oltre 5 mesi.

Sono rimasta a Milano un mese per la riabilitazione funzionale, in continuo contatto con il Team del Dottor Guichet, oltre che direttamente con lui. Tutto il Team mi ha trattata come un’amica piuttosto che come una paziente, riscaldando il mio cuore.

Pochi mesi dopo l’operazione ho potuto ricominciare a camminare senza stampelle, inizialmente per una breve passeggiata, e ho ricominciato a guidare l’automobile.

Il messaggio che dedidero condividere con voi é:

Quando ti senti disperato
Non abbandonare i tuoi sogni
Non rinunciare alle tue speranze
Non rinunciare ai tuoi desideri
Perché se rinunci a tutto
Per quale ragione vivere?
Quindi continua, continua a correre
Quando le tue gambe sono stanche
Continua a correre con il tuo cuore

Sono stata fortunate a trovare il Dottor Guichet e mi fido di lui. Ora cammino nuovamente su entrambi i miei piedi.

Xrays with external fixator
Xrays after insertion of intramedullary nail

Sarò mai in grado di crescere? Quando avevo 17 anni ero alta 133 cm. Ora a 20 anni sono alta 150 cm. Ho ottenuto 17 cm in più. Con la prima operazione ho guadagnato 7,7 cm ed ero felicissima. Ma volevo ancora diventare più alta, quindi mi sono sottoposta ad un altro intervento dopo un anno.

Il mio secondo intervento non è stato affatto come il primo. Non avevo quasi nessun dolore e sono riuscita a non utilizzare antidolorifici. La procedura è andata molto bene e dopo 1500 clicks ho guadagnato altri 10 cm. Ero davvero motivata e questo è stato fondamentale per raggiungere il mio obiettivo. Nel complesso sono davvero felice dell'intervento chirurgico e del supporto del Dottor Guichet.

Se siete depresse a causa della vostra altezza, spero che troverete in questo commento un messaggio di speranza!

17cm taller

Ecco ci qua. Sto prendendo il treno per Nizza da Marsiglia. La mia gamba è leggermente dolorante, ma nulla di cui preoccuparsi... È però vero che il Dottor Guichet mi ha tolto il chiodo ieri. Ho preso il mio computer dalla borsa per spiegarti perché ho deciso di sottopormi all'intervento e come è andata. È davvero difficile trovare informazioni affidabili sul web perché ogni medico afferma che é il migliore e tutti i commenti dicono il contrario. Per cominciare, nel 1990 mi sono fratturato gravemente mentre facevo skateboard. Ho danneggiato il mio osso e di conseguenza la crescita è diminuita.

L'intervento è andato molto bene. Con i farmaci prescritti, il dolore era tollerabile. Quando mi sono svegliato il Dottor Guichet mi ha spiegato come è andata. Lo stesso giorno dell’intervento ho fatto 20 minuti di cyclette!

Il click non è doloroso, se si riesce a restare perfettamente rilassati. Facevo 7 clicks, 3 volte al giorno (+1.5mm/ giorno). 

È essenziale seguire perfettamente le procedure dell’allenamento. La procedura è intensiva, molto ben eseguita e richiede molta motivazione. C'era una piscina nel mio hotel in cui ho nuotato ogni giorno. Dato che ho allungato solo una gamba sono anche riuscito a prendere l'autobus e andare alla spiaggia del Prado a Marsiglia. Ho soggiornato a Marsiglia per un mese e mezzo. Quando sono tornato a casa, durante l'estate, ho continuato ad allenarmi con i miei ritmi. Dopo 6 mesi dall'intervento sono tornato a fare tutti i miei sport preferiti (corsa, skateboard, mountain bike senza alcuna difficoltà).

Devo ammettere che è difficile trovare informazioni affidabili sul web - ecco perché ho deciso di condividere la mia storia. Durante l’intervento tutto è andato bene. Il risultato è sorprendente, non avrei potuto aspettarmi di più. Ho anche imparato molto su di me. Vorrei ringraziare il Dottor Guichet per la qualità del suo lavoro e la sua etica.

Ero 160 cm prima dell'intervento ed ero molto cosciente della mia altezza. Ho sempre voluto essere più alta e questo complesso ha influenzato la mia vita quotidiana. Ogni volta che mi trovavo in un posto affollato non riuscivo a smettere di pensare alla mia bassa (come la percepivo) statura. Perciò io e i miei genitori abbiamo deciso di trovare la soluzione e il dottor Guichet ci ha aiutato. Sono molto contenta di aver intrapreso l'allungamento perché mi ha reso sicura di me stessa e, credo, una persona felice.

In ogni caso, devo dire che si tratta di un passo molto serio e ogni persona che prevede di intraprendere un intervento chirurgico dovrebbe essere preparata non solo fisicamente, ma anche psicologicamente. I miei genitori, e soprattutto mia madre sono stati un grande supporto. La mamma non solo mi ha aiutata con la cucina e per la routine quotidiana, ma mi ha anche sostenuto emotivamente quando ero stanca o sentivo dolore. Quindi il mio consiglio è di avere accanto a voi una persona a voi vicina durante l'allungamento. Il Dottor Guichet e il suo Team hanno fornito un enorme supporto 24/7 e un servizio di alta qualità a Milano (dove ho subito l'intervento chirurgico), Ho apprezzato molto anche il training mattutino a Isokinetic. Probabilmente il mio altro consiglio sarebbe quello di affittare un appartamento senza scale.

Complessivamente sono davvero felice del risultato, ho guadagnato 7cm, ma soprattutto ho ottenuto quello che ho sempre voluto - la libertà di essere me stessa senza complessi.

Want to be taller

Ho sempre avuto fiducia nell'eccellenza del Dottor Guichet. Ho avuto un buon risultato e ora sono veramente felice della mia vita.

Ecco la mia storia. Sono sposata, ho 2 bambini, 33 anni. Ho avuto un grave infortunio stradale nel 1988 nel mio paese, in Madagascar. Il chirurgo locale ha fatto del suo meglio con il materiale disponibile. Nonostante tutto mi sono ritrovata con una gamba più corta di oltre 6 cm e vari altri problemi. Per 14 anni ho sofferto enormemente a causa di questa discrepanza. Nel 2001 ho finalmente incontrato il Dottor Guichet e abbiamo iniziato insieme la mia spettacolare metamorfosi! Nessuno si sarebbe aspettato che fosse possibile che le ossa crescano a 33 anni. Dopo una consultazione di oltre un’ora, il bilancio non era così fantastico:

  • gamba sinistra più corta di 6 cm
  • femore e tibia mal allineati
  • Genu Varum.

Il Dottor Guichet mi ha spiegato a fondo come risolvere ciascuno di questi problemi e ha predisposto un planning per le operazioni che si sarebbero svolte durante l’intero anno successivo.

Anzitutto ho cominciato la preparazione con il mio fisioterapista per aumentare la mia forza muscolare. A fine maggio il primo intervento. A causa delle mie patologie, il Dottor Guichet ha eseguito differenti interventi chirurgici. Ognuno complementare al precedente. A fine settembre la terza operazione. La mia gamba destra è finalmente dritta ed è l’inizio della mia vera metamorfosi. Certo ci sono stati momenti di sconforto, di sofferenza anche a causa della lontananza dalla mia famiglia. Ma grazie alla volontà ferrea di riuscire, di ritornare a camminare normalmente, e al sostegno di mio marito sono andata avanti. Il 28 di dicembre l’ultima operazione, finalmente con la posa del chiodo per l’allungamento. E al posto della serata di Capodanno ho cominciato a cliccare. Mattino, mezzogiorno, sera, e tanto tanto training. E finalmente arriva la primavera e a fine maggio tutto è finito.

Durante tutto l’anno ho avuto fiducia nel mio chirurgo. Oggi sono felice, ho ottenuto un buon risultato. E non solo per l’aspetto fisico, ma anche per la mia salute. Ho compreso quanto sia utile nella vita quotidiana poter camminare correttamente. E ho dimenticato tutti i momenti difficili.

Tutto questo lo devo al mio chirurgo, il Dottor Guichet, e in tutta semplicità e sincerità gli indirizzo un grande Grazie.

Era un sogno, il Dottor Guichet lo ha realizzato. Con volontà, fiducia, pazienza, tutto può essere raggiunto.

Milano

Studio Dr. Guichet
Corso Magenta, 44
20123 Milano, IT
+39 0236758514

Londra

Princess Grace Hospital
30 Devonshire Street
WYG6PX Londra, UK
+39 0236758514

PRENOTA